Inserisci quello che stai cercando, noi ti aiuteremo a trovarlo.

Iniziative dei soci

Le iniziative riservate ai Soci e ai clienti della Banca

P1210274

Il merito che conta

Il “merito” torna alla ribalta con le premiazioni relative alle borse di studio 2018 che Banca Adria Colli Euganei propone per la quinta edizione agli studenti più meritevoli delle scuole medie inferiori e superiori per gli studenti di istituti statali o riconosciuti dallo Stato ed universitari che siano soci studenti e figli e nipoti di soci.

Questa quinta edizione si è svolta sabato 30 marzo scorso presso la sala Caponnetto di Adria per la consegna degli attestati di merito ai 35 studenti meritevoli.

Questi i premiati. Medie inferiori: Baioccato Irene, Bisco Jacopo, Capato Giulia, Cavallari Matteo, Lazzaretto Elena, Franzoso Vittoria, Manin Greta, Rossi Linda, Saffioti Carlo, Veronese Vittoria. Medie superiori: Branco Andrea, Lazzarini Jacopo, Rigon Piercarlo, Rizzi Michela, Scantamburlo Martina, Zecchin Giacomo. Neo Laureati: Bagatella Giacomo, Balasso Sara, Baldisserotto Giacomo, Bergo Giulia, Botti Marcello, Buoso Chiara, Cassari Francesca, Cattin Anna, Crepaldi Elena, Favato Andrea, Ferro Francesco, Ghirardello Anna, Mantovani Marco, Marinello Gabriele, Menardo Sara, Rizzo William, Rosina Anna, Tandin Anna, Zago Marta. Sono le ragazze le più premiate (20) contro i ragazzi con 15 premiati. Tra gli universitari emerge la presenza presso le sedi universitarie con Venezia e Padova che la fanno da padrone seguite da Ferrara, Modena, Verona, Milano, Adria Conservatorio “A.Buzzolla”, Bologna e Camerino.

La sala gremita di genitori e parenti dei premiati. Per la Banca erano presenti il Presidente  Giovanni Vianello con il Vice Presidente Raffaele Riondino ed i Consiglieri Cristina Sarto, Emilio Trevisan, Adriano Perin e Simone Meneghini oltre al Direttore Generale Tiziano Manfrin con il Vice Umberto Perosa nel ruolo, per la circostanza, di presentatore della cerimonia. Ha aperto con il saluto il Presidente Vianello che ha tenuto a precisare come “un buon percorso di studio crea l’ambizione per un lavoro che sia adeguato alle aspettative, un lavoro nel quale si è apprezzati per ciò che si è e si fa”. Parlando dell’iniziativa ha così proseguito: ”queste Borse di Studio non vogliono essere solo un giusto attestato di benemerenza di questi nostri ragazzi. Con esse vogliamo anche rimarcare le stretta connessione tra l’impegno dei giovani premiati con quello delle loro famiglie che li hanno cresciuti ed i genitori devono essere coscienti che il tempo dedicato ad ognuno di questi figli non è stato tempo perso quanto piuttosto un investimento sulla loro formazione. A lui ha fatto seguito il Direttore Generale Tiziano Manfrin che è così intervenuto: “E’ la mia prima volta in questa manifestazione e mi sento di sottolineare il sacrificio che vi ha distinto nel raggiungimento di questi ottimi risultati. Il sacrificio paga e voi lo sapete bene. E questo è importante per il futuro della vostra vita”. A seguire la consegna dei diplomi e del premio.