Inserisci quello che stai cercando, noi ti aiuteremo a trovarlo.

Novità     Privati     Imprese     Soci     Territorio    

Avviso alla Clientela: sospensione rate mutui per eventi eccezionali novembre 2019

In riferimento all’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile (OCDPC)  del 17 dicembre 2019 n. 622, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 299 del 21 dicembre 2019 è stata adottata una sospensione del pagamento delle rate dei mutui in conseguenza degli eccezionali eventi metereologici che nel mese di novembre 2019 hanno colpito i territori delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto.

Di seguito l’articolo 4 estratto dall’ordinanza:

Art. 4 (sospensione dei mutui)

“In ragione del grave disagio socio economico derivante dall'evento in premessa, detto evento costituisce causa di forza maggiore ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 1218 del codice civile. I soggetti titolari di mutui relativi agli edifici sgomberati, ovvero alla gestione di attività di natura commerciale ed economica, anche agricola, svolte nei medesimi edifici, previa presentazione di autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 e successive modificazioni ed integrazioni, hanno diritto di chiedere agli istituti di credito e bancari, fino all'agibilità o all'abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza, una sospensione delle rate dei medesimi mutui, optando tra la sospensione dell'intera rata e quella della sola quota capitale”.

La richiesta di sospensione del pagamento delle rate dovrà pervenire entro il 28/2/2020 corredata dalla certificazione del danno subito.

La sospensione potrà essere richiesta una sola volta per un periodo massimo di 12 mesi.

Nel periodo di sospensione sono ricomprese eventuali rate scadute e non pagate.

Non sono previsti costi aggiuntivi a carico del cliente.

Per maggiori informazioni rivolgersi presso la filiale con la quale è intrattenuto il rapporto, che rimane a completa disposizione.

Avviso PDF